mamme creative all’appello

mamme creative all'appello

Cari amici, l’Associazione La risposta di Laura e Allegra sta organizzando un nuovo evento che stavolta vede coinvolte le mamme creatrici! Mamme che mettono a disposizione la loro creatività donando uno o più oggetti all’Associazione!
Le creazioni verranno poi vendute per sostenere i bambini dei reparti di oncoematologia pediatrica del Bambin Gesù di Roma.
In tante hanno aderito e confidiamo che tante altre lo faranno!
Se desiderate donarci una o più delle vostre creazioni, contattatemi!

Annunci

si riparte

Eccomi di nuovo qui. Mille motivi mi hanno allontanato: un lavoro nuovo, un trasloco, le vacanze, la pigrizia, la poca fiducia (in me), la poca voglia di rimettermi in gioco.

Ma… il lavoro ho imparato a gestirlo, il trasloco e’ finito, le vacanze pure finite (almeno fino alle prossime), la pigrizia l’ho cacciata l’altro giorno – aveva veramente esagerato- la fiducia la attendo fiduciosa ed il gioco… il gioco… beh se non giochiamo… che noia…!

Ho deciso però di fare un restyling. Non solo cucito quindi, ma un po’ più di me “a casaccio”.

stay tuned…

tschüss

1,2,3 VENDUTO!

Eccomi di ritorno a Berlino dopo una piacevole, anche se piovosa,  parentesi romana. Ora si riinizia a cucire a tutto spiano, in queste due settimane ho collezionato tanti progetti che voglio provare a realizzare.. quindi ora, pedale giu’ a manetta, si cuceeee!

Prima pero’ non posso non gioire un po’ della mia prima vendita su etsy! Un mesetto fa avevo aperto il mio negozietto, tanto per vedere come funzionava. Embeh, l’altra settimana ho venduto il 50% della merce che avevo esposto (ehm, il mio negozio aveva ben 2 cose in vendita!!!).

Immagine

L’oggetto che e’ andato a ruba e’ il mio cestino del pane, si gia’, proprio questo qui. Ieri ho fatto tutto, impacchettato e spedito…son soddisfazioni!

Lo so che devo aumentare la mia gamma di articoli, curare un pochino l’immagine, etc…ma piano piano ci arrivo, abbiate fiducia!

Bene, ora bando alle ciance, si cuce!

Stay tuned.

Tschüss

La fabbrica dei polli

Quando ero una bimba mia mamma a pasqua si divertiva a sparpagliare in giro per la casa degli ovetti di cioccolata che poi io,  mia sorella e qualche sfortunato cugino che capitava da quelle parti  dovevamo ritrovare. Ma, vuoi per una nostra pigrizia, vuoi per la bravura di mia mamma nel nasconderli, succedeva sempre che un ovetto rimanesse  nascosto ben bene in un angolino della casa, fino a quando qualcuno non lo ritrovava poi mesi dopo ammuffito ed impolverato. E quindi, per evitare di lasciare ovetti sparsi in giro, quest’anno mia madre ha avuto una delle sue genialate “Organizzeremo la caccia agli ovetti per tutti i nipotini dalla consuocera!”.

Poi, non avendo delegato abbastanza, ha deciso di commissionarmi dei sacchetti da dare ai bimbi per raccogliere le uova. Ogni tanto pero’ aggiungeva un sacchetto: “per il nipote della mia amica”, “per il figlio della mia exalunna”, e cosi’ via…

Mi sono ritrovata quindi con questo “ordine” di 7 sacchetti per la raccolta delle uova di cioccolato. Per fortuna che mi e’ venuta in soccorso questa idea simpatica presa dal blog la tribu du tigre (merci!):

polli3

Ed e’ cosi’ che per un giorno casa nostra si e’ trasformata in una fabbrica per polli….

ecco i vari passaggi:

polli6

1. disegnare su un foglio il modello di gallina. Per il sacchetto, io ho disegnato un rettangolo di 15*11 a cui ho poi arrotondato gli angoli inferiori. La testa, le zampe, le alette e le piume posteriori le ho fatte a mano libera, ma si tratta di forme elementari (se ci sono riuscita io…).

Ricapitolando, avrete bisogno di:

–  2 rettangoli di stoffa  di 15*11 cm (piu’ alcuni centimetri per le cuciture) per il sacchetto esterno, e due rettangoli di uguale dimensione per la fodera interna.

polli5– 2 rettangoli di stoffa di 30*5 cm per i manici;

– 4 zampette di feltro colorato;

– una testa di gallina di feltro colorato;

– 3 piumette di feltro colorato;

– due alette di feltro colorato;

– due nastrini di organza o altro tessuto per le gambette;

– due occhietti di plastica.

polli7

2. Preparare tutti i vostri pezzetti di gallina. Fare delle cuciture per dividere la cresta dalla testa e per “disegnare”il becco.

polli9

3.  Incollare le due zampette al nastro. Poi fare due o tre cuciture sul feltro.

polli84. Cucire le alette sui rettangoli esterni (le due alette devono essere cucite come nella foto, quindi con le due punte che si “parlano”).

5. Cucire i manici: Piegare, aiutandosi con il ferro da stiro,  il tessuto nel senso della lunghezza sia a sinistra che a destra, poi piegare nuovamente in due la striscia di tessuto. Cucire al centro.

polli116. Montare ora tutti i componenti al “rettangolo/corpo” delpollo, come in foto. Tutti i pezzi devono essere cuciti sulla parte esterna del tessuto e rivolti verso l’interno, con il bordo che coincide con il bordo del “rettangolo/corpo”. Fissare con degli spilli e cucire a 0.5 cm dal bordo.

7. unire le due parti del corpo con le due parti esterne che si toccano, come un panino e cucire a 0,5 cm dal bordo. Fate attenzione a non cucire le parti “libere” del pollo, come le gambine. Rigirate poi il vostro sacchetto che iniziera’ a prendere forma.

8. Cucire la fodera interna (diritto su diritto) sui tre lati, lasciando il lato in alto aperto e lasciando anche un buco di 4 cm sulla parte in basso.

polli12

9. Inserire il sacchetto esterno dentro il sacchetto interno, con le due parti diritte che si toccano. Cucire il bordo superiore.

10. usare l’apertura della fodera per rigirare i sacchettini. Cucire il buco della fodera.

polli13

11. Il vostro sacchetto e’pronto! Ho aggiunto infine un’ultima cucitura sul lato superiore del sacchetto per mantenere lafodera interna al suo posto e non farle assumere un aspetto troppo “paffuto”.

Ed ecco la batteria di polli, pronti per la caccia all’uovo!

POLLI14

Tschüss

ps. mummy now don’t get cross for this post…

P.S. ecco la nanetta con la sua borsetta!

foto-23

La borsa trendy per un papa’ trendy

P1060293

Oggi e’ il 19 Marzo, la festa del papa’. O almeno, e’ la festa del papa’ in Italia. Ma in Francia e’ la terza domenica di Giugno, in Belgio la seconda domenica di Giugno ed in Germania il giorno dell’ascensione (W l’Europa!).

Quindi, dato che le nanette sono italiane, ma vivono in Germania e frequentano la scuola francese, che facciamo, festeggiamo il papa’ 3 volte?

Beh iniziamo con la festa del papa’ italiana, anche perche’ a casa nostra vale doppio!

E, dato che il papa’ voleva la borsa nuova, eccola qui, servita stamattina con una zeppola fresca fresca. Per un papa’ trendy al lavoro…

Ecco il procedimento per una borsa 40*30 e larga 8. Io ho usato un tessuto jeans grigio, sia per l’esterno che per la fodera interna. Ma ci si può sbizzarrire usando n’importe quel tessuto.  L’importante e’ che il tessuto esterno sia rigidino.

1. Tagliare dei rettangoli di tessuto delle seguenti dimensioni:

– 4 rettangoli di lunghezza 33* 10 (io sono sempre generosa con lo spazio per le cuciture)- in foto i rettangoli a;

– 2 rettangoli di dimensioni 33*43, in foto i rettangoli b;

– 2 rettangoli di dimensioni 43*10, in foto i rettangoli c;

-2 rettangoli di dimensioni 43*51, in foto i rettangoli d.

messengera

2. Per prima cosa conviene preparare il “flap” di chiusura. Io ho applicato sul quadrato esterno alcune strisce di un tessuto diverso, per avere “un qualche elemento decorativo”. Poi ho assemblato i due rettangoli d  diritto contro diritto ed ho cucito su tre lati, lasciando il lato superiore aperto. Ho rigirato sul lato diritto.

3. Occorre poi iniziare a “montare” la borsa, alternando due rettangoli a con due rettangoli b (cucendo sempre al contrario, quindi mantenendo sempre la stoffa diritta contro il diritto dell’altro quadrato di stoffa).

4. Una volta ottenuto il parallelepipedo “bucato”, occorre fissare la base, utilizzando il rettangolo di stoffa 2c. In foto, quello che dovreste ottenere.

messenger4

 5. Ripetere l’operazione per la fodera interna della borsa. Io, prima di iniziare ad assemblare il “parallelepipedo bucato” ho applicato una taschina con zip sulla fodera.

messenger9

6. Cucire il flap al rettangolo b del parallelepipedo esterno, diritto contro diritto.

messenger11

7. Montate ora la vostra borsa, inserendo la borsa con il tessuto esterno dentro la fodera, diritto su diritto. Il flap deve trovarsi all’interno. Spillare la parte alta dei due sacchetti e cucire i bordi, lasciando aperto il lato del lembo.

8. Usare la tasca rimasta aperta per rigirare tutta la borsa ed assemblarla correttamente. Cucite la parte rimasta aperta.

9. preparare ora la tracolla. Io ho usato un nastro di cotone nero a cui ho cucito una striscia dello stesso tessuto della borsa. Potete anche decidere di lasciare solo il cotone nero. Ho fissato la tracolla tramite due fibbiette di tessuto al lato della borsa. Potete anche fare una tracolla senza regolazione, il che e’ indubbiamente meno laborioso.

Ed ecco la messenger finita.

messaenger18

E,  parlando di padri e di lavoro, mi e’ venuto in mente oggi quello che mio padre mi diceva sempre quando ero piccola e gli chiedevo cosa facesse a lavoro.  “Tutto il giorno sto in ufficio, a guardare l’edificio” diceva lui. Ed io allora me lo immaginavo imbambolato a guardare fuori dalla finestra del suo ufficio…e pensavo…”ma che lavoro noioso”…. Beh, papi, sarebbe bello sentirtelo dire ancora. Tanti auguri.

Tschüss