La borsa trendy per un papa’ trendy

P1060293

Oggi e’ il 19 Marzo, la festa del papa’. O almeno, e’ la festa del papa’ in Italia. Ma in Francia e’ la terza domenica di Giugno, in Belgio la seconda domenica di Giugno ed in Germania il giorno dell’ascensione (W l’Europa!).

Quindi, dato che le nanette sono italiane, ma vivono in Germania e frequentano la scuola francese, che facciamo, festeggiamo il papa’ 3 volte?

Beh iniziamo con la festa del papa’ italiana, anche perche’ a casa nostra vale doppio!

E, dato che il papa’ voleva la borsa nuova, eccola qui, servita stamattina con una zeppola fresca fresca. Per un papa’ trendy al lavoro…

Ecco il procedimento per una borsa 40*30 e larga 8. Io ho usato un tessuto jeans grigio, sia per l’esterno che per la fodera interna. Ma ci si può sbizzarrire usando n’importe quel tessuto.  L’importante e’ che il tessuto esterno sia rigidino.

1. Tagliare dei rettangoli di tessuto delle seguenti dimensioni:

– 4 rettangoli di lunghezza 33* 10 (io sono sempre generosa con lo spazio per le cuciture)- in foto i rettangoli a;

– 2 rettangoli di dimensioni 33*43, in foto i rettangoli b;

– 2 rettangoli di dimensioni 43*10, in foto i rettangoli c;

-2 rettangoli di dimensioni 43*51, in foto i rettangoli d.

messengera

2. Per prima cosa conviene preparare il “flap” di chiusura. Io ho applicato sul quadrato esterno alcune strisce di un tessuto diverso, per avere “un qualche elemento decorativo”. Poi ho assemblato i due rettangoli d  diritto contro diritto ed ho cucito su tre lati, lasciando il lato superiore aperto. Ho rigirato sul lato diritto.

3. Occorre poi iniziare a “montare” la borsa, alternando due rettangoli a con due rettangoli b (cucendo sempre al contrario, quindi mantenendo sempre la stoffa diritta contro il diritto dell’altro quadrato di stoffa).

4. Una volta ottenuto il parallelepipedo “bucato”, occorre fissare la base, utilizzando il rettangolo di stoffa 2c. In foto, quello che dovreste ottenere.

messenger4

 5. Ripetere l’operazione per la fodera interna della borsa. Io, prima di iniziare ad assemblare il “parallelepipedo bucato” ho applicato una taschina con zip sulla fodera.

messenger9

6. Cucire il flap al rettangolo b del parallelepipedo esterno, diritto contro diritto.

messenger11

7. Montate ora la vostra borsa, inserendo la borsa con il tessuto esterno dentro la fodera, diritto su diritto. Il flap deve trovarsi all’interno. Spillare la parte alta dei due sacchetti e cucire i bordi, lasciando aperto il lato del lembo.

8. Usare la tasca rimasta aperta per rigirare tutta la borsa ed assemblarla correttamente. Cucite la parte rimasta aperta.

9. preparare ora la tracolla. Io ho usato un nastro di cotone nero a cui ho cucito una striscia dello stesso tessuto della borsa. Potete anche decidere di lasciare solo il cotone nero. Ho fissato la tracolla tramite due fibbiette di tessuto al lato della borsa. Potete anche fare una tracolla senza regolazione, il che e’ indubbiamente meno laborioso.

Ed ecco la messenger finita.

messaenger18

E,  parlando di padri e di lavoro, mi e’ venuto in mente oggi quello che mio padre mi diceva sempre quando ero piccola e gli chiedevo cosa facesse a lavoro.  “Tutto il giorno sto in ufficio, a guardare l’edificio” diceva lui. Ed io allora me lo immaginavo imbambolato a guardare fuori dalla finestra del suo ufficio…e pensavo…”ma che lavoro noioso”…. Beh, papi, sarebbe bello sentirtelo dire ancora. Tanti auguri.

Tschüss

Annunci